informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Vuoi diventare procuratore sportivo a Frosinone? Ecco come fare

Commenti disabilitati su Vuoi diventare procuratore sportivo a Frosinone? Ecco come fare Studiare a Frosinone

Se quello che hai sempre desiderato è lavorare nel mondo dello sport ecco come diventare procuratore sportivo a Frosinone. Studiando, seguendo il percorso giusto ed abilitandoti. Vuoi saperne di più? Approfondiamo.

Chi è il procuratore sportivo

Ovviamente bisogna avere le idee chiare su chi è e cosa fa un procuratore sportivo se si decide di intraprendere questo percorso professionale.
Prima di tutto l’agente sportivo è colui che contratta, intermediando, gli ingaggi degli atleti con le società sportive, prendendo per questo una provvigione. Ovviamente, migliore è l’accordo che riuscirà a chiudere per il proprio cliente maggiore sarà il suo guadagno.
Inoltre, sempre più spesso il procuratore cura anche le relazioni pubbliche e l’immagine dell’atleta. Questa figura professionale, infatti,  sta crescendo e la tipologia del lavoro che si trova a d affrontare sta cambiando, si sta ampliando.

Ad esempio, soprattutto in alcune discipline sportive, i procuratori accompagnano gli atleti sin da giovani. Quando ancora non hanno fatto il loro esordio in gare professionali.

Si tratta, quindi, di un vero e proprio accompagnamento durante tutto il percorso del ragazzo. Come ad esempio è successo per i ragazzi del  Frosinone calcio che, durante il calciomercato estivo, sono entrati a far parte della squadra dopo lunghe trattative tra procuratori e società.

Quindi come diventare procuratore sportivo ad esempio di calcio?

 

Requisiti per diventare agente sportivo

Rispetto al passato la figura dell’agente sportivo Ha subito cambiamenti in materia di regolamentazione ed inquadramento.
Prima era necessaria un’abilitazione da procuratore sportivo. Oggi invece le cose sono molto diverse, in particolare nel calcio.
Dal primo aprile 2015, infatti, è stata abolita la licenza per  agenti di calciatori. Questo significa che l’accesso a questa professione è relativamente più semplice. In compenso però, la FIGC, ha emanato un Regolamento per i servizi di procuratore sportivo.
In questo regolamento vengono stabiliti i criteri per poter accedere o non accedere alla professione.
Inoltre ha istituito il Registro Figc, al quale vengono inseriti, a seguito di apposita domanda di iscrizione, coloro che vogliono svolgere questa professione, anche se occasionalmente.

Così come prevede il regolamento è preclusa l’iscrizione a:

  • tesserati della FIGC
  • dirigenti
  • calciatori
  • tecnici
  • chiunque si trovi in una situazione di incompatibilità come ad esempio, rapporti familiari o lavorativi

Cosa studiare per essere procuratore sportivo

Il regolamento non prevede degli studi obbligatori da dover svolgere. Infatti i requisiti minimi per poter chiedere l’iscrizione nel registro sono, come da regolamento:

  • di essere legalmente residente in Italia
  • di godere dei diritti civili e non essere stato dichiarato interdetto, inabilitato, fallito
  • di non avere riportato condanne definitive per il reato di frode sportiva di cui alla legge 401/1989 ovvero per delitti non colposi puniti con la pena edittale della reclusione superiore, nel massimo, a cinque anni
  • di non avere riportato nell’ambito dell’ordinamento sportivo la sanzione della preclusione; di non trovarsi in nessuna situazione di incompatibilità prevista dal presente regolamento e di non avere sanzioni disciplinari in essere e non ancora completamente scontate nell’ambito della FIGC, e di avere esaurito i pagamenti di eventuali sanzioni pecuniarie o essere comunque al corrente con eventuali rateizzazioni.

Ovvio però che una preparazione non solo è consigliata, ma è necessaria. Il motivo è molto semplice. Si tratta di una figura professionale che non deve solo scoprire un talento e trattare un buon contratto.
Deve anche conoscere norme e regolamenti. Deve avere nozioni di base su contrattualistica e diritto. Insomma, un professionista specializzato.
il fatto che l’esame per agente sportivo non esiste più non significa che non sia necessario seguire un corso per procuratore sportivo.

Ecco quindi come poter diventare un procuratore sportivo bravo e competente.

Master in procuratore sportivo

La soluzione giusta è quella di seguire un corso specializzante. Come il Master in procuratore sportivo a Frosinone di Unicusano.
Il modo migliore per poter lavorare come agente per gli atleti, garantendo loro professionalità e serietà.
Durante il corso, infatti, saranno trattate materie come:

  1. Disciplina nazionale e internazionale del calcio professionistico e dilettantistico
  2. Lo Statuto FIFA
  3. Legge 91 del 1981
  4. Statuto FIGC
  5. Norme giuridiche e Codice di Giustizia Sportiva FIGC
  6. Disciplina della professione di Procuratore Sportivo

Oltre ovviamente ad acquisire nozioni di base come l’analisi del calciatore e la strategia di ricerca, lo status ed il trasferimento dei calciatori e compensi e sanzioni disciplinari per i procuratori.
Un corso completo e specializzante. Da poter seguire senza obbligo di presenza.
Perché grazie alla piattaforma e-learning tutto le lezioni ed il materiale didattico saranno a disposizione degli studenti in ogni momento.

Per sapere come diventare procuratore sportivo a Frosinone non devi andare lontano. Ti basta compilare il form qui accanto e riceverai tutte le informazioni che ti servono.
Il lavoro di agente sportivo che hai sempre sognato adesso è a portata di mano.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali