informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Alimentazione per gli anziani: come funziona la nutrizione in base all’età

Commenti disabilitati su Alimentazione per gli anziani: come funziona la nutrizione in base all’età Studiare a Frosinone

Stai cercando informazioni su alimentazione anziani? Allora ecco una buona notizia per te: sei nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, parleremo proprio di: alimentazione età geriatrica, come diventare nutrizionista e persino di come fare la spesa in base alle calorie da assumere al giorno.

Seguire una buona dieta giornaliera o un regime di dieta sana settimanale è il segreto per invecchiare meglio, prevenire e curare gli acciacchi, preservando un buono stato di salute a tutte le età.

Negli anziani in particolare si manifestano modificazioni fisiologiche come il rallentamento del metabolismo basale e la diminuzione della muscolatura scheletrica. Al contempo è naturale anche il passaggio ad un diverso stile di vita che tende a ridurre l’attività fisica e richiede un adeguato apporto di nutrienti. Nonostante ad una certa età si registri una riduzione del dispendio energetico e dunque del fabbisogno calorico dell’uomo.

Ti interessa approfondire l’argomento? Allora non perdiamo tempo ed entriamo subito nel merito dell’alimentazione per gli anziani.

Educazione alimentare anziani: tutto quello che devi sapere

Nei paragrafi che seguono, andremo dunque a sviscerare per bene il tema alimentazione anziani, in tutte le sue declinazioni. Dalle ricette alle diete consigliate, anche per casi particolari e problematiche specifiche. Insomma se ti avvicini ad una certa età, hai a tua carico una persona in età geriatrica o volessi realizzare una tesi sull’alimentazione nell’anziano powerpoint, qui troverai tutte le informazioni del caso. Vuoi saperne di più? Allora continua a leggere e non perdere il proseguo di questo articolo. Buona lettura.

LEGGI ANCHE – Mangiare a Frosinone: ecco i migliori ristoranti low cost.

Piramide alimentare anziani

Lo Human Nutrition Research Center on Aging della Tufts University di Boston ha stilato una piramide alimentare per gli anziani. Si tratta di un modello realizzato per segnalare e ricordare agli anziani tutte le peculiarità dei bisogni di un organismo che invecchia.

In cima alla nuova piramide si trovano alcuni micronutrienti. Tre in particolare:

  1. Calcio
  2. Vitamina D
  3. Vitamina B12

Questi sono fondamentali soprattutto per due motivi molto importanti:

  1. la buona salute delle ossa
  2. preservazione delle funzioni cognitive

Insomma, due fattori chiave per qualità della vita e l’alimentazione degli anziani.

Diete settimanali equilibrate over 60

Un’alimentazioni anziani corretta deve prevedere pasti leggeri e frequenti, ma anche il più possibile una variazione di pietanze alimentari settimanali. Se non a livello di dieta giornaliera.

Inoltre è necessario moderare il consumo di alcol e di bevande zuccherate, moderare quello di alcol. Il primo, se proprio indispensabile, meglio solo a cena. Attenzione anche all’apporto di sodio e al consumo di sale, che non deve superare i 5 grammi quotidiani.

I cibi ideali sia come sana dieta dimagrante over 60, che per rallentare il processo di invecchiamento, sono:

  1. Cereali (anche integrali)
  2. Frutta
  3. Verdura
  4. Pollo

Questi aiutano soprattutto gli anziani ad evitare la stipsi.

Esempio dieta per anziani

alimentazione età geriatrica

Andiamo adesso a vedere qualche esempio di ricette pranzo per anziani o cena.

Per l’alimentazione anziani, le carni avicole sono ideali per mantenere un buono stato di salute, grazie al loro apporto di proteine di alto valore biologico e di molti altri nutrienti come sali minerali e vitamine.

Il pollo, ad esempio, contiene proteine facilmente assimilabili e, inoltre, è facile da masticare. Ma secondo quale ricetta prepararlo?

La cottura arrosto, in questo caso, è la più consigliata dagli esperti. Seguono al forno, alla griglia, oppure lesso. In modo da ottenere una carne quanto più morbida e digeribile possibile e, inoltre, un ottimo brodo. Buono, quest’ultimo, in particolare per le stagioni fredde.

Come abbiamo già accennato, meglio evitare gli alcolici, soprattutto a pranzo e cercare di assimilare una buona dose di calcio per prevenire l’osteoporosi.

Gli alimenti ideali per apportare calcio possono essere ad esempio il latte e i sui derivati. È consigliabile però allo stesso tempo non esagerare con i formaggi ricchi di grassi e calorie.

Molto importante anche bere acqua in modo frequente, a prescindere dalla sete avvertita. Anch’essa, infatti, è ricca di calcio. Non a caso, tra le altre cose, bere di più aiuta anche a studiare meglio.

Dieta Zona anziani

Un regime molto discusso sul tema alimentazione anziani è costituito dalla cosiddetta Zone Diet (Dieta Zona in italiano).

Si tratta di un metodo alimentare nato negli Stati Uniti e ideato dal biochimico Barry Sears, membro del MIT e presidente della “Research Inflammation Foundation”. Esso si basa sul mantenimento della produzione di insulina in una “zona” né troppo alta né troppo bassa. Inoltre, si fonda sui concetti di “equilibrio” e “moderazione” degli alimenti, assunti secondo una distribuzione di macronutrienti sulla formula 40-30-30. Ovvero all’apporto per ogni pasto, in termini di calorie e non di peso di:

  1. Calorie dei glucidi (carboidrati) per il 40%
  2. Proteine per il 30%
  3. Lipidi (grassi) per il 30%

A tutto ciò, però, va abbinata una adeguata attività fisica e applicato un controllo quotidiano dello stress.

Ma qual è l’obiettivo che si propone di raggiungere la dieta zona? La salute psicofisica, il controllo attraverso il cibo degli ormoni e dei valori di colesterolo e indice glicemico.

Per Sears questa dieta uomo o donna rappresenta la chiave per la longevità, mentre altri esperti nutrizionisti discordano con le sue conclusioni, criticandogli soprattutto una distorsione o esagerazione da lui compiuta del senso della ricerca di base. Postando l’accento sul fatto che non esisterebbero validi studi diretti in grado di validare le sue teorie.

Anemia anziani: alimentazione

Prima di concludere questa nostra guida sull’alimentazione anziani, non potevamo non soffermarci sulla dieta ideale per chi di loro soffre di anemia.

In questo caso, i consigli degli esperti indicano come alimenti principali proteine, carne (anche bianca o prosciutto crudo) e pesce tre volte la settimana. Per le uova, invece, è necessario seguire una cottura particolare, in modo da mantenere il tuorlo crudo o semi-crudo. Quindi bisogna evitare le uova sode, ma quelle strapazzate o alla coque vanno più che bene.

E per quanto riguarda i condimenti? Un’ottima idea è quella di abbinare proteine e succo di limone. Quest’ultimo, infatti, favorisce la digestione.

Diventa nutrizionista

Se sei alla ricerca di informazione su alimentazione anziani perché vuoi specializzarti sui temi della nutrizione, devi sapere che Unicusano rappresenta anche in questo settore una vera e propria eccellenza.

A tal proposito, ciò che potrebbe fare maggiormente al caso tuo è il Master in Nutrizione Clinica. Si tratta di un master di I livello che ha come obiettivo principale fornire tutte le conoscenze specifiche in grado di aiutarti ad individuare la reale problematica del paziente e formulare, di conseguenza, le corrette diagnosi volte a verificare eventuali problematiche individuate con l’anamnesi, quindi tramite test psicologici o esami di laboratorio.

Il corso, inoltre, ti insegna a strutturare e fornire schemi alimentari specifici per le diverse casistiche trattate, nonché consoni ad alleviare i sintomi e a migliorare la qualità della vita. Un master molto aggiornato anche su tutte le novità scientifiche nel campo della diagnostica e delle terapie nutrizionali. Il tutto al fine di aiutare il paziente a migliorare il tono dell’umore, lo stato psicologico in generale e il suo stato di salute fisico. Insomma: l’ideale se vuoi specializzarti nel settore della nutrizione in età geriatrica e non solo.

E con questo, almeno per il momento, è tutto. La nostra guida sull’alimentazione anziani adesso è davvero esaustiva e completa in ognuna delle sue parti. Speriamo di esserti stati di aiuto e di averti fornito tutte le informazioni di cui avevi bisogno.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali